Archivi

Tutti gli articoli per il mese di agosto 2012

Borsa a palla…

Pubblicato agosto 31, 2012 da ilgomitolodimoky

Questa borsa nasce da un attacco creativo, quei momenti in cui non esiste nient’altro che realizzare quella, e solo quella cosa..
Mi sono imbattuta in una fettuccia grigia venduta a peso….
 In quel momento, nella mia testa, l’ho vista…. Dovevo prenderla e correre a casa!! 
Ma mancavano i manici. 
Sono già reduce di svariati tentativi di creare borse in lana, che dopo due giorni di utilizzo si trasformavano prima in tracolle e poi in mostri deformati dal peso delle inevitabili mille cose che ci mettevo dentro….. 
Dunque ora… 
Manici resistenti a me!!!!! 
Trovati quelli, corsa furiosa in macchina 
( un attacco creativo non è una cosa da sottovalutare, penso che svariati incidenti automobilistici siano dovuti a questi),
 spento il cellulare e via…. 
Un punto dopo l’altro nelle mie mani si creava ciò che la mia mente aveva già 
Visto….

Se a qualcuno piace e volete lo schema fatemelo sapere!!!!


Annunci

Anacleto il gufo

Pubblicato agosto 31, 2012 da ilgomitolodimoky


Il gufo

Nella notte incantata,

quando alta e’ la luna,

la civetta assonnata

i piccini suoi raduna

che’ bisogna ascoltare

il gran gufo parlare.

Ha due occhi magnetici,

un aspetto solenne,

un gran becco ricurvo

e scurissime penne.

Parla assai ricercato,

come un grande avvocato.

Che peccato soltanto

che, astutissimo e arguto,

parli tanto la notte,

e di giorno sia muto.


Ho una passione sfrenata per i gufi…. Alla faccia di chi dice che portino male….

Sono creature uniche che ho avuto la fortuna di incontrare molto da vicino…. Quegli occhi ti ipnotizzano e rimandano una sensazione di maestosità!!!

La Volpe….

Pubblicato agosto 30, 2012 da ilgomitolodimoky
Una bella mattina di primavera comare la volpe si aggirava per la campagna stanca e indispettita e soprattutto affamata: era tutta la notte che cercava qualcosa da mettere sotto denti.Cammina e cerca all’improvviso scorge sopra un ramo di un albero compare il Corvo che teneva nel becco un bel pezzo di formaggio stagionato.

Alla volpe venne l’acquolina in bocca e decise che quella pietanza poteva essere un’ottima consolazione per le sue vane ricerche.Ma il corvo era appollaiato su un ramo troppo alto e con un salto non sarebbe mai arrivata a rubargli il formaggio , così decise di servirsi dell’astuzia.

-Buon giorno compare il corvo!

-Buon dì comare la Volpe, qual buon vento vi porta da queste parti.

-Facevo una passeggiatina dopo aver fatto un ottima scorpacciata. E’ un piacere incontrare un uccello così bello .

Il corvo che era molto vanitoso ,cominciò a dimenarsi dalla gioia, e la volpe continuò

-Dico sul serio, con quelle penne così nere come il cielo senza stelle e soprattutto con quella voce, migliore di un usignolo!!!

A quelle parole il corvo , colmo di gioia , spalancò il becco per lanciare un bell’acuto, anche se dalla sua gola uscì un orribile gracidio.

Il formaggio invece cadde a terra e la volpe lo divorò in un sol boccone, dicendo:

-Grazie messer corvo per il formaggio e per il bel concerto!

E il corvo per la stupida vanità rimase a bocca asciutta.

LA VANITA’ ANCHE TRA GLI UOMINI MOLTE VOLTE MANDA IN ROVINA.

Dopo questa filastrocca vi presento la mia volpe…. Di questa non esiste uno schema, l’ho fatta un pò a sentimento, ispirandomi ad alcune immagini sul web.

Questa è stata regalata ad una mia cara amica che in passato si è presa cura di una volpe selvatica….

Spero vi piaccia 😉

.

Come si inizia…..

Pubblicato agosto 30, 2012 da ilgomitolodimoky


I prerequisiti per poter iniziare a fare gli amigurumi non sono molti, all’inizio è sufficiente saper fare un punto basso con l’uncinetto, la magia poi verrà da sola.

Il 90% degli amigurumi sono composti da palline fatte con l’uncinetto, riempite poi di ovatta o imbottitura per cuscini.

Ma come si fa a fare queste benedette palline?? Io per esempio non ne avevo idea…
Volevo segnalarvi il tutorial in italiano della bravissima Lady Hook, che a mio avviso è chiarissima per iniziare!!!

http://www.youtube.com/watch?v=cYg-_JtTxBc&feature=youtube_gdata_player


Provate!!!! È più facile farlo che spiegarlo!!!

Amigurumi….

Pubblicato agosto 30, 2012 da ilgomitolodimoky
Amigurumi…. Questi sconosciuti!!!!


Innanzi tutto vorrei iniziare a darvi qualche informazione su cosa si nasconda dietro questa parola incomprensibile…….


Amigurumi (編みぐるみ, letteralmente “giocattoli lavorati all’uncinetto” o, talvolta, a maglia) è l’arte giapponese di lavorare all’uncinetto o a maglia piccoli animaletti o creature antropomorfizzate. Il nome è il risultato della combinazione delle parole giapponesi ami, che significa lavorare a maglia o all’uncinetto, e nuigurumi, che significa peluche.[1]
Gli amigurumi non hanno un uso pratico; sono creati e collezionati per ragioni estetiche.[2] Caratteristica estetica degli amigurumi è essere kawaii.


L’aggettivo giapponese kawaii (かわいい o 可愛い?), come l’analogo termine anglofono cute, significa letteralmente “carino”.
Tuttavia, a partire dall’inizio degli anni ottanta, il termine indica anche una serie di personaggi fittizi di manga, anime, videogiochi o altro, e gli oggetti loro collegati, e quindi tutta la subcultura che ne deriva, fatta di modi di vestirsi, di adornarsi, di parlare, di scrivere, di comportarsi, che riguarda nello specifico (ma non soltanto) le ragazzine o i ragazzini più giovani, prevalentemente in Giappone.
Qualcosa di kawaii non deve essere soltanto “carino”, deve essere piccolo, buffo, ornato, dall’aspetto innocente, infantile, generalmente dalle tonalità “femminili”, quali bianco, azzurro, violetto e rosa. I personaggi kawaii, quindi, hanno fattezze bambinesche e ingenue, lineamenti graziosi, proporzioni minute ed essenziali, occhi grandi, scintillanti, teneri ed espressivi e una gran quantità di dettagli e particolari.
Tecniche…
Gli amigurumi sono solitamente realizzati all’uncinetto a maglia bassa con la tecnica della lavorazione in tondo, ma possono essere anche lavorati ai ferri (anche in questo caso lavorando circolarmente con il goco di ferri o la tecnica del magic loop con ferro circolare e con ampio uso di tecniche avanzate quali i ferri raccorciati). Gli uncinetti o i ferri utilizzati sono leggermente più piccoli della norma, perché è necessario costruire una struttura che tenga ben stretta al suo interno l’imbottitura, solitamente formata da poliestere (fiberfill o imbottitura di cuscini), avanzi di filato in lana o bambagia; per lo stesso motivo i pupazzi sono generalmente realizzati in lana o in filato acrilico e non in cotone. Sono lavorati suddivisi in parti che successivamente vengono unite, ad eccezione di quelli che non presentano arti (aventi soltanto la testa e il busto), che possono essere trattati come un unico pezzo.
❤ Il magico mondo del caffè ❤

A riempire una stanza basta una caffettiera sul fuoco.(Erri De Luca)

Sewhooked

Quilt Patterns, Videos, & More by Jennifer Ofenstein

L'uncinetTINe

Il mio uncinetto e la mia fantasia

Il Gomitolo di Moky

Ovunque ci sia la forza creativa del desiderio germoglieranno i semi propri di quel terreno. Ma non dimenticare di attendere. C. G. Jung LR, p.236

Free Amigurumi Patterns

Directory with Links to Free Crochet Patterns